Archivio | giugno, 2007

Neurotrasmettitori Scintille Elettrochimiche di Vita Potenziale di Vita Irraggiungibile

14 Giu
lo dice il mio nick, in fondo.
io sono im-perfetta.
e il mio avatar lo conferma, una bambola. seppur signorile e col filo di perle, sempre bambola.
sembro tanto carina fuori, esteticamente non sono malaccio, e anche dentro sembro tanto timorata di dio, tanto buona e onesta paio.
difatti, non sono cattiva. non sono stronza.
ho i miei limiti, come tutti.
nell’ansia di far bene, faccio peggio, spesso. vengo fraintesa, com’è ovvio.
va sempre a finire così.
ma non posso certo preoccuparmi di tutti. è una lezione che mi costa parecchio, ma devo imparare, sulla mia pelle.
forse è l’unica strategia da adottare, quella di pensare solo a sè e al proprio stretto circondario.
si ottimizzano le energie, i pensieri, le azioni.
e non corri il rischio di sentirti così tanto una merda anche se no, tu no, non volevi fare la stronza.
eppure toh, guarda, ci sei riuscita.

la pazzia dilaga e imperversa, per la serie: Io Rido Da Sola!

12 Giu
sto ufficialmente dando di matto!
come sempre, dopo svariati mesi in terra straniera, il mio corpo accumula tossine nordiche in eccesso, da smaltire esclusivamente in suolo natio.
ho bisogno di abbandonare questo luogo di perdizione. anche se i libri mi seguiranno – con un caravan, per quanti dovrò portarmene dietro – necessito di aria salmastra.
ho bisogno di tanti giri del polivalente e del capitolo per mantenere la forma smagliante duramente plasmata nel corso dei mesi (guai a chi oserà dire il contrario, il malcapitato andrebbe incontro a morte lenta, dolorosa e truculenta, come le puntate di killer instinct mi insegnano).
ho bisogno di sfottere mia madre più volte nell’arco della stessa giornata magari sulla stessa cosa, tanto da mattina a sera avrà già bell’e dimenticato tutto due minuti dopo.
ho bisogno di cambiare spiaggia ogni giorno, per andare a fare gli avvistamenti e del gran spettegulesssss sui miei compaesani. weekend prenotato al bamboo per fare la veep (muahuahauhauhauhauh).
ho bisogno di coccolare la sabbbri, prima che diventi grande e io perda ogni interesse nei suoi confronti.
ho bisogno di mangiare patatine megacondite al molo con svetlana, cercando di convincere carla assieme alle altre due pupe che UNA patatina non la farà aumentare di DUE taglie!
voglio l’11 luglio, voglio l’estaaaaateeeeeeeeeee!
basta. sto male. vado a farmi una doccia fredda.

NON LEGGERE!!!! deliri di due menti deviate e pericolose!

11 Giu
 
Roberta: quindi, tutti abbiamo l’anima gemella secondo la vostra sibilla, no?
Hermione: certo!
Roberta (dubbiosa e scettica): uhm… certo, e la mia come minimo vive stabilmente in guatemala…
Hermione: ma no, dev’essere qualcuno che incontrerai nella tua vita!
Roberta: massì……. magari mi specializzo in malattie infettive e vado in guatemala per studiare una rara malattia tropicale…
Hermione: …
Roberta: lui è un affascinante collega aborigeno con il quale porterò avanti gli studi, solo che ad un certo punto contrarrà il letale morbo…
Hermione:
Roberta: e morirà tra le mie braccia, mentre le mie urla si leveranno al cielo sotto la pioggia che cade…
Hermione: …
Roberta: e io gli giurerò eterno amore!
Hermione: EEEEHHHH?!?!?!?
Roberta: bè, il mio cuore non sarà di nessun altro uomo…
Hermione: ………………….. ah, ecco, mi pareva strano……………………………
 
il resto è *censura*.
ecco la foto segnaletica delle due malviventi:

sabbia tra le dita

11 Giu
mi chiedo se le lezioni impartitemi fin dalla più tenera età da mia madre abbiano sortito effetti positivi o negativi.
ho sempre ammirato mia madre, e ho sempre desiderato diventare come lei.
fredda, dura come la roccia, indipendente, volitiva. diciamocelo, ha sempre comandato lei, in casa…
non ricordo quando ho scambiato l’ultimo abbraccio con lei. temo molto tempo fa.
ma questo non vuol dire che lei non mi voglia bene, assolutamente no.
è solo che ha il suo modo per dimostrarlo.
e io so molto bene quanto lei farebbe – quanto fa, ogni giorno – per ognuno dei suoi cari.
ma quanto vorrei, mamma, ogni tanto almeno, essere una di quelle ragazzine timide, impacciate, deboli e fragili, bisognose di cure, attenzioni e compagnia.
forse solo così otterrei quel che davvero voglio.
o penso di volere, chissà.
se c’è una cosa che proprio non ho preso da lei, è la determinazione.

tutto. niente. insieme.

10 Giu
in realtà non ho niente da dire.
ma basterebbe aprire il rubinetto perchè mi svuotassi di ogni cosa.
sono già vuota. o forse piena, dipende dai punti di vista.
sono ricca, eppure incredibilmente povera.
si può andare ben al di là di ciò che lo specchio, gli occhi, le mani rimandano. e io che non lo credevo possibile, non più…
forse non è il mondo ad aver perduto romanticismo, ma sono io ad essere diventata tremendamente cinica e fredda.
responsabile, ma con la testa tra le nuvole.
oppure svagata, ma coi piedi per terra?
bella domanda.
mai quanto… perchè esisti?
perchè la vita non è in rima, per quello che ne so.

so che ultimamente scrivo cagate, ma hanno un loro perchè. giuro!

8 Giu
mi sono appena accorta di aver perso il portachiavi che possedevo dal liceo.
due considerazioni:
1) sto rincoglionendo, ho focalizzato la cosa solo ora, dopo circa tre ore;
2) sto crescendo, perchè non mi sono rattristata nemmeno per un momento.
ho pensato: "ah……… vabbè, adesso ci metto quello nuovo tanto carino!" e chi mi conosce spalancherà la bocca e strabuzzerà gli occhi, leggendo.
non sia mai che distaccandomi da una qualunque cazzata io non versi almeno una lacrima.
ok. benvenuta nell’età adulta.

è solo il tempo a rivelare la stagione.

6 Giu
sono molto preoccupata.
le notizie che giungono mi rendono inquieta e tesa.
mi fanno anche molto incazzare.
il mondo è una merda e la vita ingiusta. chi non se lo merita raggiunge tutti i suoi obiettivi e chi vale se la prende a quel posto.
non è giusto, non è giusto, non è giusto.
no, loro non lo meritano.
vorrei poter fare qualcosa. ma non ho alcun potere.
posso solo accontentarli in quel poco che mi chiedono, per quel tanto che mi danno.
e improvvisamente, tutti i pensieri degli ultimi giorni svaniscono, come neve al sole.
comunque io non alzo la cornetta. non ne ho la forza, non in questo momento.