Silence is golden?

10 Dic
In genere non avrei remore a farmi i cazzi miei. Nel senso, se non ci pensi tu ai tuoi interessi, non devi sperare che lo facciano gli altri.
E io al posto suo sarei più attenta. Ma lei è lontana, perciò si fida. E io mi sento un po’ merda a voltarle le spalle.
E’ che però non posso rischiare di rimetterci io, no? Perché questa è una eventualità. C’è anche l’eventualità che chi ha sbagliato paghi, di fatto, quel che deve, ma se questo non avviene? Se chi ha sbagliato rimane sulle sue posizioni errate, non ammette e mi trascina con sè a rimediare? O peggio, mi mette il muso perché oso farle notare la sua mancanza?
Ma tutte queste considerazioni validissime non allontanano i rimorsi della coscienza e dello stomaco… Insomma, cosa devo fare??

3 Risposte to “Silence is golden?”

  1. Valentina dicembre 10, 2008 a 5:15 pm #

    E che è successo?^O^

  2. Franza dicembre 12, 2008 a 11:45 am #

    Questo intervento è ancora più ermetico degli altri, chiaro che non si possa commentare nè tentare di offrire un\’ulteriore eventuale sfumatura di ciò che sta succedendo. Sembrerebbe voler dire: \’fatevi una spaghettata di affari vostri!\’ perciò ubbidisco e vado a mettere su l\’acqua per gli spaghetti! 😉

  3. Franza dicembre 25, 2008 a 11:28 am #

    Auguri, eh! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: