Archivio | marzo, 2009

Giardini di Marzo

7 Mar
Io credo fermamente che in qualche universo parallelo qualcuno apra ancora nottetempo la porta della mia camera per infilarsi nel letto accanto a me, qualcuno prepari ancora un narghilè, qualcuno cada nella vasca a furia di ridere, qualcun altro, ancora, mi tenga la mano davanti a un falò.
Io credo che in quell’universo ci siano tante emozioni forti e intense, scolpite nel tempo, non soggette al suo scorrere, alla caducità, alla morte.
Quell’universo trova spazio dentro me, e tanto basta. Per ora.