Archivio | luglio, 2015

I am Mine

26 Lug

Sono un paradosso vivente.
So che a molti piace definirsi così e poi, vai a vedere, sono le persone più noiose sulla faccia della Terra.
Il punto è che io non ne faccio un vanto, anzi, lo trovo un grandissimo difetto. Perlomeno momentaneo. Perché se è vero che al momento vago nella nebbia, ho sperimentato in passato periodi di serenità e solidità in cui, ben ritta sui miei piedi per terra, niente e nessuno poteva farmi cambiare idea.
Ecco, ora invece le mie idee sono confusissime. Il risultato è che le mie decisioni resistono per pochi secondi e poi puff, il castello crolla e va ricostruito. E’ stancante.
Non sono dotata di pazienza, eppure tergiverso spesso e volentieri. Spesso temporeggiando mi sono salvata il culo, ma tante altre volte ho solo perso prezioso tempo.
Bisognerebbe fissare bene in mente ciò che si vuole, ma è proprio questo che mi fotte. Forse sarebbe più facile (ri)partire eliminando quello che non voglio, che mi crea confusione, che mi fa vacillare, forse da qui sarebbe più facile.
Mettere me e solo me al centro, e non gettarmi più via in niente che non ritenga davvero valido o che non voglia davvero, ché spesso ci vuole un attimo a confondere i confini, a fare qualcosa per rabbia, noia, perché ce lo chiede qualcun altro… Lo so, è arduo, ma vale la pena almeno tentare.
well anchored